Global DIY Summit a ROMA

MULTICANALITÀ, O TI ADEGUI O SEI FUORI

MULTICANALITÀ, O TI ADEGUI O SEI FUORI

Il 6 e 7 giugno si svolgerà a Roma il Global DIY Summit, l'appuntamento più importante per gli operatori mondiali del ‘fai da te' e giardinaggio. Ralf Rahmede, general manager fediyma, ci fornisce in esclusiva alcune anticipazioni. Una su tutte: "Chi non ha un'ottica europea e non si adegua ai cambiamenti in corso è semplicemente destinato a scomparire". Occhi puntati sull'Italia, un mercato strategico per tutta l'Europa.

Aspettando l'evento principe per tutti gli operatori del mercato DIY, il Global DIY Summit di Roma, Ferramenta Portale ha intervistato in esclusiva Ralf Rahmede, general manager fediyma. Ecco a voi alcune (interessantissime) anticipazioni.

Perchè il 2° Summit Mondiale DIY è considerato uno degli eventi più importanti nel mercato DIY?
A fronte del fatto che i rivenditori top sono diventati sempre più attivi a seguito del grande sviluppo dei mercati mondiali di DIY, il nostro evento rappresenta la più grande piattaforma di networking mondiale del settore dove distributori e produttori possono incontrarsi e condividere i loro punti di vista sulle ultime tendenze del settore.
Il nostro evento riunisce distributori e produttori da più di 40 paesi nel mondo e la maggior parte di loro sono figure strategiche e decisionali. In altre parole, se un produttore vuole incontrare un buyer, chiunque esso sia deve partecipare al nostro convegno. Ai partecipanti verranno fornite anche tutte le informazioni riguardanti gli ultimi cambiamenti nel settore dell'home improvement. Li terremo aggiornati mostrando le ultime innovazioni e tendenze del mercato. Crediamo che "se vuoi prender parte del gioco, devi cambiare adottando le nuove regole del mercato". Dopo aver partecipato al nostro convegno tutti i presenti avranno una panoramica generale delle sfide e trasformazioni dell'industria dell'home improvment.

Perché è importante avere una panoramica generale del mercato globale e non prendere in considerazione solo i nostri "problemi" nazionali?
In effetti la risposta alla sua domanda è già implicita nella domanda. Un'azienda non può semplicemente chiudere gli occhi di fronte alle grandi opportunità che si aprono nei mercati mondiali perché queste influenzano costantemente i mercati nazionali. Lo sviluppo dei mercati DIY a livello nazionale e globale in Europa, così come nel resto del mondo, è così eterogeneo che se si presta attenzione ai trend e alla sfide internazionali si apre per tutti i player del mercato, in particolare nel settore della produzione, la possibilità di raggiungere potenziali di crescita più alti.

Crede che ci dovrebbe essere un'azione comune e una strategia europea condivisa da tutte le nazioni per far crescere e salvare il mercato DIY?
Non si può certamente pensare ad un unico strategico approccio europeo per essere vincenti nel nostro continente e nel mondo, poiché questi mercati sono troppo eterogenei. Inoltre, è necessaria una strategia individuale per ciascuna realtà per affermarsi come player di successo del mercato e per affrontare le sfide dei mercati internazionali. Il mercato DIY ha un grande futuro in Europa e non solo, come è evidente dalle differenti dimensioni di mercato di ciascun paese. Inoltre, non dimentichiamoci che esistono ancora molti mercati nel mondo in cui il DIY è ancora poco sviluppato.

Perché avete scelto Roma come location per il forum?
Oltre al fatto che il mercato DIY italiano sia un mercato strategico in Europa e in grado di attirare molti distributori e produttori internazionali, Roma è una città splendida dove organizzare un evento.
Siamo convinti che molti buyer siano interessati a conoscere meglio questo mercato da un così grande potenziale.

Pensa che la particolarità del mercato italiano, molto frammentato, possa rappresentare un problema per una strategia europea comune nel mercato DIY?
Negli ultimi dieci anni il mercato italiano ha vissuto uno sviluppo positivo e crescente del DIY e dei suoi store di distribuzione. Si tratta di mercato con un forte potenziale di crescita grazie a una struttura "intermedia" di vendita molto forte. L'Italia rappresenta inoltre un mercato strategico per i piccoli fornitori. Per continuare a crescere con successo nel contesto europeo, al mercato italiano non basta più avere un approccio nazionale, ma sarà necessario adottare una strategia di base focalizzata sulla possibilità di espandersi fuori dai propri confini e mercato.

Cosa vedremo e impareremo durante il Summit di Roma?
L'argomento principale dell'evento è la multicanalità nel settore home improvement. I trend globali della multicanalità stanno drammaticamente cambiando il volto del commercio al dettaglio: le aziende che non dimostrano la volontà di cambiare saranno semplicemente destinate a scomparire.
Il modo di approcciare il cliente sta cambiando velocemente e tutti i rivenditori e produttori del nostro comparto devono essere informati su come diventare più competitivi; il tema della multicanalità è ovviamente in stretta relazione con il tema dell'innovazione.
In un mercato costantemente in cambiamento, l'unico modo per sopravvivere per i produttori è innovare! Porteremo le principali e più innovative aziende al nostro congresso per mostrare loro tutte le recenti novità e quali siano gli ultimi trend del nostro comparto. Questi due temi saranno discussi in un'ottica globale attraverso lo scambio di opinioni dei protagonisti chiave di questo mercato provenienti da tutto il mondo. In altre parole, partecipare al Summit è un'opportunità unica per essere informati circa i più recenti cambiamenti che influenzano il nostro settore.

Uno dei temi principali del Summit è la multicanalità, si tratta di una specie di rivoluzione che
dovremmo necessariamente considerare?
Come ho spiegato nell'ultima domanda, la multicanalità sta cambiando le regole delle vendite dell'home improvement. Un'azienda ha ora diversi modi per raggiungere il cliente e per interagire con esso, ma anche gli stessi clienti, rispetto a qualche anno fa, hanno ora accesso a più informazioni circa i prodotti. In passato, il settore è stato coinvolto in alcuni cambiamenti che hanno richiesto decenni per essere consolidati, comunque, le nuove condizioni di mercato, in quanto il risultato dei rapidi sviluppi generati dal paradigma della multicanalità, possono essere chiamate "rivoluzionare".
Siamo convinti che questo modo di comunicare con il cliente porterà molti vantaggi alla nostra industria, soprattutto quando riesce a fornire al cliente più informazioni sul mondo del "fai da te".

Come potranno i rivenditori fronteggiare la stima del 35% di vendite online prevista per la "nuova era" del DIY?
È vero che il mercato del DIY sta cambiando e che le vendite online cresceranno ancora di più di quanto stiano crescendo attualmente. Tuttavia, il "know out" dei rivenditori avrà un ruolo enorme nello sviluppo dell'e-commerce e quindi i rivenditori che già ora sono impegnati nel migliorare le loro vendite online avranno successo anche in futuro e svilupperanno strategie in grado di combinare vendite tradizionali e commercio elettronico. Nel nostro summit forniremo molti approcci e idee in proposito.

Pensa che le vendite online danneggeranno le rivendite tradizionali, o saranno un'opportunità?
Le vendite online rappresentano un problema solo per coloro che non hanno una strategia per fronteggiare le nuove sfide. L'assortimento dei prodotti "fai da te" si adatta bene alle vendite online, come dimostrano alcune analisi di mercato, e naturalmente il grande successo del rivenditore online Amazon. Tuttavia, soprattutto nel settore del DIY, penso che i negozi tradizionali e i superstore DIY manterranno anche nel futuro una posizione predominate. La percentuale prevista del 35% delle vendite online non sarebbe possibile senza i negozi tradizionali.

Perché un produttore di DIY dovrebbe partecipare al forum?
Penso per due ragioni principali. La prima è che l'industria del DIY sta affrontando, come molti altri settori, un grande cambiamento dovuto alle nuove possibilità generate dalle nuove tecnologie. Il nostro evento rappresenta un'opportunità per tutti i produttori per discutere e scambiarsi opinioni su queste nuove possibilità con i principali protagonisti di questo mercato. Solo coloro che partecipano attivamente e sono coinvolti in questa rivoluzione saranno preparati per il futuro.
La seconda ragione per partecipare è che molti produttori sono desiderosi di incontrare nuovi buyer ed espandere il loro business nel mondo. Il nostro congresso è la porta di acceso ai nuovi mercati. È per questo che partecipare all'evento è un "must".

Perché un rivenditore di DIY dovrebbe partecipare al forum?
Dal punto di vista del rivenditore direi che la multicanalità sta già influenzando e determinerà il corso dei loro affari nel futuro. Il fatto di non essere aggiornati e ben informati sulle rivoluzioni planetarie del commercio potrebbe condurre loro verso decisioni sbagliate e poi portarli al fallimento.
Se io fossi un rivenditore di DIY, non mancherei questa opportunità per ascoltare i miei competitor e confrontarmi con chi sta facendo meglio di me. È una grande opportunità per i rivenditori per confrontarsi e innovare. I rivenditori dovrebbero trarre vantaggio dai nuovi canali di comunicazione con i clienti, che sono già disponibili, e migliorare il loro servizio verso una migliore comprensione di ciò che è il DIY e, come conseguenza, partecipare attivamente allo sviluppo globale del settore dell'home improvement.
In conclusione, sono convinto che nei prossimi anni il settore DIY si svilupperà in molti paesi e che le nuove tecnologie renderanno possibile una migliore e più profonda comunicazione con il consumatore finale convincendolo dei benefici e della soddisfazione di un'esperienza DIY.
Prevedo che il mercato del DIY si svilupperà nel mondo molto meglio che il resto dell'intera economia globale. Come esseri umani, abbiamo ancora un enorme bisogno di "farcela da soli".

Ferramenta 2000 è media partner del 2nd Global DIY Summit di Roma.

Fonte http://www.ferramenta2000.net/ferramenta/news/multicanalit%C3%A0-o-ti-adegui-o-sei-fuori-_2076_1.htm

Login Form

Ultimi utenti registrati

  • ThomasJouro
  • karinex

Chi è online

Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online

Seguici sui Social

edilizia su facebookedilizia sue twitter edilizia su linkedinedilizia su google plus

 

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS FeedPinterest
Wednesday the 12th. Joomla Templates Free Marketing: Web Master | Seo - Web Marketing | Comunicati Stampa |

Copyright © U.N.I.R.E.C - Unirec SCRL P.IVA: 02328300609