Obiettivo Edilizia Sicurezza

Intervista UNIREC, pubblicata sul mensile di Obiettivo Edilizia Sicurezza. Febbraio.

Ecco le domande:
 
1) Un profilo del vostro consorzio (Storia, dati, struttura, etc...)
2) Quanto sta incidendo la crisi economica in aggiunta a quella specifica dell'edilizia?
3) Voi lavorate a livello locale: come è possibile "resistere" nel mercato a due colossi nazionali come Made e Bigmat?
4) Quali sono i vantaggi per i vostri consorziati? Quali servizi offrite?
5) Siete aperti a nuove possibili affiliazioni? Quali sono le condizioni per entrare nel consorzio?
6) Quanto conta la formazione del rivenditore in un comparto delicato come quello dell'edilizia e della sicurezza?
7) Quali sono gli obiettivi a breve-medio termine del Consorzio?
8) In che modo scegliete i fornitori?
9) Come sta cambiando il mercato in questi ultimi tempi?


1) Un profilo del vostro consorzio (Storia, dati, struttura, etc...)

Il Consorzio UNIREC scrl (Unione Rivenditori Edili Consorziati) è un gruppo commerciale operante attraverso 4 punti vendita Le quattro aziende, (Edilcimini, Pierucci, Edilceramiche, Edilmarket) e 7 showroom dislocati nella provincia di Roma. Gli stessi icoprono al meglio circa 6000mq coperti e 380000mq scoperti, vantando di 45 automezzi appartenenti ai singoli soci, e diversi autotreni per lo scarico della merce nei punti vendita o direttamente nei cantieri dei clienti. La sede legale e amministrativa sono situate a Roma. Unirec è un consorzio nato nel Lazio nel 2004 da rivenditori del settore Edile. Lo stesso consorzio ottimizza le metodologie del commercio del settore edile, attraverso rapporti di compravendita con fornitori e clienti, sfruttando le giuste sinergie tra gli stessi. Lo stesso è organizzato attraverso un sistema informativo e di comunicazione che permette di velocizzare gli ordini e gli smistamenti degli stessi. Grazie alla collaborazione dei soci, alla collocazione strategica sul territorio, alla velocità delle transazioni riesce a snellire le procedure, ottimizzando al meglio il servizio per il cliente finale entrando con le sue strategie in mercati dove con il classico magazzino edile non avrebbe accesso. Oggi assolve al meglio assistenza pre e post vendita, consulenza, customer care, tintometraggio, servizi via internet, e-commerce e web marketing, tramite le sue funzioni quali: contabilità, amministrazione, convenzioni e marketing.


2) Quanto sta incidendo la crisi economica in aggiunta a quella specifica dell'edilizia?

Non passa giorno senza che televisioni e giornali ci informino dell’aggravarsi della “crisi” che sta investendo l’economia mondiale, con ripercussioni a livello Nazionale. Crisi che stando a quello che dicono gli esperti ha colpito anche l'edilizia. Le ricadute della crisi sulle nostre vite si fanno sentire con più asprezza rendendo difficile l'individuazione di una possibile via d’uscita. L'Unirec operante nel settore edile facendo chiarezza sul problema ha constatato che la crisi che stiamo attraversando ha dato un forte contraccolpo sulla tenuta produttiva ed occupazionale riducendo la spesa generale. Facendo una analisi più dettagliata sul nostro settore, quello edile, vediamo come la crisi ha colpito maggiormente la grande edilizia dalla costruzione, lasciando via di scampo alla ristrutturazione, che ha tratti sembra essere immune alla stessa crisi. Trasformazione dei prodotti in servizi e politiche comunicative basate sull'assistenza sono solo alcune delle proposte che Unirec propone al settore e per raggiungere un benessere duraturo e un equilibrio dinamico per tutelare e garantire la prosperità delle aziende del settore, e delle famiglie. Puntare sulla bilateralità per supportare momenti di crisi, favorendo un sostegno economico e processi di formazione e riconversione professionale degli operai. Occorrerebbe individuare un quadro generale, nazionale e sistematico con cui delineare un intervento a sostegno delle aziende. Dare maggiore spinta agli investimenti nel settore, è la giusta via d'uscita per combattere la crisi economica generale e l'aggiunta crisi specifica dell'edilizia.


3) Voi lavorate a livello locale: come è possibile "resistere" nel mercato a due colossi nazionali come Made e Bigmat?

Certo per l'Unirec, una realtà locale, non è facile sopportare e "resistere" alla concorrenza di grandi colossi nazionali come Made e Bigmat, ma allo stesso tempo ci risulta più facile assistere i nostri clienti, mettendoli al centro dei nostri progetti, e dei nostri obiettivi. Unirec è una realtà locale in contatto diretto con i suoi clienti, gli assiste e riesce a risolvere qualsiasi problematica che si possa verificare nei cantieri, rispondendo al meglio alle loro esigenze. La forza dell'Unirec, si basa sull'unione degli stessi soci che la costituiscono, senza fare nessun riferimento a entità esterne, entità che non avrebbe un'ampia visione del territorio. Sono i consorziati Unirec a costituire i consorzio, un consorzio presente sul suo territorio di competenza, un consorzio presente in prima persona nelle sue varie funzioni.


4) Quali sono i vantaggi per i vostri consorziati? Quali servizi offrite?

L’ottica dei fondatori, supera oggi il semplice, per quanto importante, dato economico e porta l'attenzione su fattori molto più importanti. A molti distributori edili che aderiscono alle insegne di aggregazioni, sfugge che l'obiettivo non è l’affermazione del “PROPRIO PUNTO VENDITA” ma del “MARCHIO DEL GRUPPO” al quale si appartiene. Non bastano gli obiettivi per crescere veramente, è fondamentale conoscere le esperienze, le motivazioni, gli errori e le relative soluzioni adottate da chi opera a certi livelli già da tempo. Il mondo delle aggregazioni commerciali nel nostro paese sta vivendo una fase di stasi. Dopo il boom degli inizi, quando un po’ per la “minaccia” della presenza sul territorio di realtà estere, un po’ per non sentirsi isolati, soprattutto per il miraggio di ottenere condizioni di acquisto più favorevoli, i rivenditori edili formarono gruppi, in modo sconsiderato, senza focalizzare il vero valore di una aggregazione il cui ruolo è ben preciso all'interno della FILIERA. Unirec nasce con lo scopo di creare una realtà dove i rivenditori consorziati possano godere di tutti i vantaggi che si vengono a generare mediante lo scambio e l'integrazione delle singole esperienze imprenditoriali. Si propone di creare sul territorio una rete di aziende dove tutte possano accedere alle stesse condizioni di acquisto indipendentemente dalle proprie caratteristiche dimensionali. Si rivolge a chi pensa, che solo attraverso la collaborazione tra persone che svolgono il tuo stesso lavoro si possa far crescere quella che viene definita cultura d'impresa. I vantaggi, nonché servizi che offriamo ai nostri consorziati vanno oltre la semplice definizione del maggiore potere di acquisto, e si basano su esperienze, consulenza, servizio, vantaggio economico, formazione e capacità di lavorare in gruppo dandosi sostegno a vicenda e risolvendo insieme eventuali problematiche settoriali. Possibilità di scegliere i prodotti migliori potendo usufruire non soltanto di prezzi competitivi, ma anche di servizi professionali di elevata qualità,e un assistenza continua. Capire il giusto valore delle economie di scala, della concentrazione e del nuovo modello distributivo che mette i nostri depositi a disposizione di tutta la rete UNIREC PARTNER con evidenti benefici derivanti da una corretta e razionale gestione delle scorte naturalmente senza costi aggiuntivi.


5) Siete aperti a nuove possibili affiliazioni? Quali sono le condizioni per entrare nel consorzio?

Nei grandi cambiamenti la tentazione è di sollecitare modelli e comportamenti del passato, applicando regole che un tempo si sono rivelate efficienti. Agendo così, non si riesce a cogliere l'importanza del nuovo, ad analizzare e a capire le logiche di fondo, rischiando di non valutare la sfida indispensabile alla sopravvivenza e allo sviluppo dell ' impresa nei nuovi scenari sempre più competitivi. Per questo l'Unirec è aperto, e soprattutto è pronto all'apertura a nuovi affiliati, che potranno usufruire di un contratto di franchising. L'importanza imprescindibile che L'Unirec considera è lo storico dell'affiliato.


6) Quanto conta la formazione del rivenditore in un comparto delicato come quello dell'edilizia e della sicurezza?

La formazione del rivenditore, è tutto. Una formazione che si basa sulla capacità di interazione e dialogare con i fornitori, sulla capacità di interagire con un mercato in continua evoluzione, un mercato che da forza a chi basandosi sull'esperienza progetta il futuro. L’obiettivo formativo del consorzio vuole veicolare la cultura d’impresa verso nuovi mercati, per dotare le rivendite di tutti gli strumenti necessari per essere competitivi nel nostro settore di riferimento.


7) Quali sono gli obiettivi a breve-medio termine del Consorzio?

L'obiettivo principale a breve-medio termine del consorzio è quello di capire dove lo stesso ci porterà, come sarà affrontata la "crisi" di settore, e come affrontare l'evoluzione del mercato, un mercato che vede nuovi strumenti di comunicazione, un mercato che sta modificando le tematiche e tempistiche di pagamento.


8) In che modo scegliete i fornitori?

Un elemento imprescindibile per la scelta dei fornitori, è la loro propensione al dialogo, oggi in molti hanno perso questo principio, lasciando i propri clienti/rivenditori soli di fronte a certe tematiche. Unirec si affianca a fornitori che sono sempre presenti sul territorio, fornitori che organizzano formazione ed eventi, fornitori pronti a capire le nostre esigenze ed a agire di conseguenza. Unirec non vuole fornitori che basandosi sul semplice principio di vendita, rimangono dietro una scrivania, pensando di vendere un prodotto solo perché esclusivo o con delle qualità particolari, vendono senza assistenza post-vendita. Unirec si rifornisce da fornitori che pronti al dialogo, mettono a disposizione prodotti, ti seguono nella vendita finale al cliente/consumatore, fornitori che scendono in campo al nostro fianco per capire e soddisfare le esigenze del cliente, risolvendo determinate dinamiche direttamente nei cantieri.


9) Come sta cambiando il mercato in questi ultimi tempi?

Il mercato sta vivendo un'evoluzione talmente veloce che in pochi riescono a capire. Dalla crescita esponenziale del Web, un'evoluzione che rende fisiologico l'adozione di nuovi strumenti comunicazionali, è in questo l'Unirec si è fatta trovare più che pronta, alla riduzione dei fidi a favore della moneta contante. Pagamenti virtuali o cartaceo poco importerà, per sopravvivere in questa nuova realtà è fondamentale pagare senza dare vita a crediti debiti.


Obiettivo Edilizia Sicurezza

Obiettivo Edilizia Sicurezza


Login Form

Ultimi utenti registrati

  • x-ses-ru
  • EscortNifere

Chi è online

Abbiamo 6 visitatori e nessun utente online

Seguici sui Social

edilizia su facebookedilizia sue twitter edilizia su linkedinedilizia su google plus

 

Nice Social Bookmark

FacebookMySpaceTwitterLinkedinRSS FeedPinterest
Tuesday the 28th. Joomla Templates Free Marketing: Web Master | Seo - Web Marketing | Comunicati Stampa |

Copyright © U.N.I.R.E.C - Unirec SCRL P.IVA: 02328300609